Comunicati Stampa Archive

0

Sul dopo regionali – Fumetta (PRC): Il sindaco Orlando si smarchi dall’abbraccio con il PDe rilanci l’anomalia Palermo

palazzo-delle-aquilePalermo 8 novembre -  Tra pochi giorni comincerà una nuova campagna elettorale e chiediamo al sindaco di Palermo di evitare di ripetere l’errore appena commesso con le elezioni regionali: si smarchi dall’abbraccio col Partito Democratico e rilanci il percorso della cosiddetta Anomalia Palermo. Lo dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista.
La sinistra a Palermo ha avuto un importante risultato elettorale e questo è il segno di una città che continua ad aspirare al cambiamento: la storia di Leoluca Orlando e l’esperienza amministrativa della città non può vivere esclusivamente dentro compatibilità col quadro politico.
L’amministrazione Orlando, col contributo determinante di Rifondazione comunista, per cinque anni ha avuto la capacità di attivare un processo di cambiamento e – conclude Fumetta – sarebbe auspicabile continuare sulla scia del percorso avviato evitando di rimanere prigionieri di dinamiche nazionali e regionali.

0

Approvazione Bilancio 2017 – Fumetta (PRC): Bilancio rivolto alla spesa sociale e in continuità con i pilastri della passata consiliatura

palazzo-delle-aquilePalermo 7 ottobre – Rifondazione Comunista è soddisfatta per il bilancio 2017 approvato ieri sera in consiglio comunale di Palermo, un bilancio che è in continuità con l’impronta politica data nella scorsa consiliatura. Grazie all’ottimo lavoro di guida e mediazione della Presidente della commissione Bilancio Barbara Evola sono state rese disponibili importanti somme per le spese sociali soprattutto rivolte ai disabili e all’emergenza abitativa, inoltre sono state date risposte positive sia alla scuola dell’infanzia comunale con la stabilizzazione di quattordici insegnanti che alle esigenze dei lavoratori delle aziende pubbliche che assicurano i servizi alla città.  Lo dichiara in una nota Vincenzo Fumetta segretario provinciale di Rifondazione Comunista.

Infine, il  fatto che l’opposizione di destra abbia votato contro perchè non ha avuto margini per fare clientela con questo importante strumento finanziario e che il gruppo dei cinque stelle li abbiano seguiti in questa decisione, dimostra l’irresponsabilità verso la città dell’opposizione e rafforza ancora di più il nostro giudizio positivo.
0

G20 Amburgo, scarcerazione Puleo – Fumetta (PRC): Il processo ad Emiliano ha smontato il teorema giudiziario confessione in cambio della libertà

vauroPalermo 5 ottobre – Finalmente si è conclusa, dopo tre mesi di carcerazione preventiva ad Amburgo, la terribile odissea di Emiliano Puleo, dirigente provinciale del nostro partito e iscritto al circolo di Partinico.  Lo dichiara Vincenzo Fumetta segretario provinciale di Rifondazione Comunista.

Una lunga, lunghissima attesa, caratterizzata anche da una grande solidarietà da parte di compagni e amici di ogni parte di Italia e d’Europa. È stato anche grazie a questo calore e affetto se, sia la famiglia che noi, compagni di Rifondazione Comunista, abbiamo trovato la forza per resistere alle grandi pressioni e alla grande indifferenza che ha caratterizzato l’atteggiamento delle istituzioni Italiane e dei media nazionali verso questa gravissima vicenda.
Il processo ad Emiliano – continua Fumetta – ha smontato per la prima volta la manovra della Procura tedesca che consisteva nel fare pressione sugli imputati al fine di ottenerne una confessione in cambio di una condanna che comunque ne permettesse la scarcerazione. Invece Emiliano è stato liberato senza dover ammettere fatti che non sono stati provati perché semplicemente non sono mai accaduti e proprio per questo verrà presentato il ricorso in appello.

Infatti, fin dall’inizio di questa vicenda, ci è sempre stato chiaro che il G-20 in Germania è stato usato come pretesto per inasprire i reati legati alle manifestazioni di dissenso politico e sociale. Il diritto penale inteso, quindi, come strumento per relegare al silenzio tutti coloro che osano rivendicare quei diritti negati dalle politiche imposte dalle élite economico-finanziarie.

Alla luce dei processi celebrati sino a ieri, sembrava infatti che questo imponente dispositivo repressivo messo in campo dal governo tedesco, avesse trovato il suo pieno compimento e invece il processo di Emiliano, invece, evidenzia, una vistosa crepa in questo impianto repressivo-giudiziario,

Stasera – conclude Fumetta – accoglieremo Emiliano in aeroporto e poi al circolo di Partinico, insieme alla famiglia ai compagni e a tutti coloro che ci sono stai vicini in questa triste vicenda ma con ancora più forza il nostro pensiero e la nostra solidarietà va agli altri detenuti arrestati insieme ad Emiliano per cui chiediamo l’immediata scarcerazione.

0

Cinque indagato – Fumetta (PRC): M5S finisce nelle principali piaghe in cui si nasconde il malaffare e il clientelismo in Sicilia

bagheriaPalermo 20 settembre – Indagato sul tema dell’abuso edilizio e per la gestione della raccolta dei rifiuti a Bagheria, esattamente come qualsiasi politico facente parte del sistema che i grillini dicono a parole di voler combattere. Lo dichiara Vincenzo Fumetta segretario provinciale di Rifondazione Comunista 
L’elezione del sindaco di Bagheria Cinque è stata la prova generale del governo dei Cinque Stelle in Sicilia,  il primo grande Comune che hanno conquistato e i risultati dopo tre anni di governo sono sotto gli occhi di tutti i bagheresi. Un’Amministrazione Comunale – continua Fumetta - incapace della gestione della normale amministrazione e che per di più vede il suo sindaco sotto inchiesta su due delle tematiche che sono da sempre tra le principali piaghe in cui si nasconde il malaffare e il clientelismo in Sicilia. Se queste sono le premesse, i siciliani che vogliono davvero cambiare il marcio del sistema di gestione del potere in Sicilia il prossimo 5 novembre hanno una sola scelta, quella di votare per la Lista di Claudio Fava.

0

Società europea e protestantesimo a 500 anni dalla Riforma

500Rifondazione Comunista organizza un’iniziativa in vista dei 500 anni della Riforma protestante. L’incontro si terra’ giovedi’ 21 alle ore 17,30 presso la sede del circolo Luxemburg-Orcel in via Serradifalco 152/A, Palermo.

Interverranno: Peter Ciaccio, pastore della Chiesa valdese-metodista di Palermo, Daniele Palermo, ricercatore di storia moderna presso l’universita’ di Palermo, Frank Ferlisi, Comitato Poliico nazioanle di Rifondazione comunista.

Coordina: Marco Giordano, Insegnante di Storia e filosofia

0

Formazione siciliana – Fumetta (PRC): Il caso di Margherita è emblematico delle fallimentari politiche liberiste e clientelari del PD e delle destre

margheritaRifondazione Comunista Palermo esprime piena solidarietà a Margherita, ex dipendente ANFE, la quale vanta un credito di circa 40.000 Euro, pari a 22 mensilità non retribuite che l’hanno costretta a vivere in enormi difficoltà economiche che non le consentono di curare il proprio figlio, gravemente malato.Lo dichiara in una nota Vincenzo Fumetta segreario provinciale di Rifondazione Comunista Palermo.
Il grido di disperazione e dolore di Margherita è anche il grido di disperazione di una intera categoria di lavoratori e lavorarici, trattati come carne da macello dalle poliitche clientelari e liberiste portate avanti dal Partito Democratico in questa legislatura e delle destre in passato.
Con un sussulto di dignità l’assessore Marziano e il governo regionale – conclude Fumetta – devono trovare un’immediata soluzione al problema di Margherita e a quello di tutti i lavoratori della Formazione siciliana, non è vero che i soldi non ci sono i soldi ci sono basta che il governo regionale finisca di sperperarli per foraggiare nuove sacche di clientelismo.

(foto tratta dal web)

0

Iniziativa a Partinico sul NO al Referendum Costituzionale, sabato 12 novembre ore 17

partinico_NOContinua  la campagna per il NO al Referendum Costituzionale da parte della Federazione di Palermo di Rifondazione Comunista, il prossimo sabato 12 novembre alle 17 a Partinico presso il Palazzo dei Carmelitani si svolgerà l’iniziativa pubblica: Referendum Costituzionale, le ragioni del NO con gli interventi di Angelo Ficarra Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Palermo, Giovanni Billeci consigliere comunale Cambiamo Partinico,  Erasmo Palazzotto deputato nazionale Sel-Sinistra Italiana, Gianluca Schiavon Direzione Nazionale Rifondazione Comunista, coordina Emiliano Puleo del circolo di Partinico di Rifondazione Comunista.

Evento facebook: https://www.facebook.com/events/156999411432476/

0

Rifondazione Comunista aderisce allo sciopero USB di venerdì 21 e al NoRenzi day di sabato 22. Fumetta (PRC): La Costituzione non si difende stando a casa

usbPalermo 20 ottobre – Rifondazione Comunista Palermo aderisce alle due giornate di mobilitazione di questo fine settimana contro Renzi, le sue politiche liberiste e il suo tentativo di manomettere la Costituzione. Si comincia venerdì 21 ottobre con lo sciopero indetto da USB e altre organizzazioni del sindacalismo di base e si continua sabato 22 con il NoRenzi day che a Palermo si declinerà con un corteo studentesco indetto in occasione della visita del Presidente del Consiglio a Palermo per l’inaugurazione dell’anno accademico universitario.
“In queste due giornate si unisce il fronte sociale che resiste alle riforme liberiste del PD come la legge Fornero, la Buona Scuola, il Job Act – dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista Palermo – e che oggi ha un compito in più, quello della difesa della Costituzione da una controriforma voluta dalle grandi banche d’affari, da Confindustria e dai potentati economi europei e mondiali, come l’ingerenza del presidente Obama ha dimostrato. Noi stiamo da un’altra parte rispetto a questi soggetti – conclude Fumetta – noi stiamo dalla parte delle classi sociali che, grazie a questa Carta Costituzionale, hanno saputo difendere oltre un trentennio di conquiste sociali e vogliamo impedire che un’eventuale vittoria del SI spiani la strada ad un loro definitivo abbattimento.”

0

Kermesse Cinque Stelle – Fumetta (PRC): Visto che ne è capace RAP tenga pulita sempre la città e non solo in occasione di feste di partito

vincenzo_fumetta_19_01_cropPalermo 21 settembre – Da organi di stampa apprendo che la RAP, in occasione della kermesse dei Cinque Stelle, ha messo in piedi un programma ad hoc di pulizia straordinaria di buona parte della città. Bene, visto allora che il management RAP ne è capace dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista Palermo  - mi auguro che da lunedì prossimo questa pulizia sia permanente e avvenga in tutta la città.
La presenza costante di decine di migliaia di turisti, a Palermo, l’abbiamo avuta per tutta l’estate e di certo non si è visto nessun piano straordinario, anzi è fin troppo chiaro a tutti che l’organizzazione della pulizia della città lascia ancora troppo a desiderare.

La triste storia dell’AMIA è ormai alle spalle – conclude Fumetta – la RAP è un’azienda sana e grazie alla volontà politica di questa Amministrazione Comunale è stata messa in condizioni di operare.
Adesso il management aziendale, se è in grado di farlo, deve rendere la città pulita sempre e non solo in occasione di una festa di un partito politico e deve farlo a partire dai quartieri perifierici come ad esempio Bonagia dove i marciapiedi sono resi impraticabili dalle piante cresciute tra gli interstizi e i rifiuti ingombranti si trovano un pò dovunque nel quartiere.

0

Partinico, distilleria Bertolino – Il Partito Democratico si dimostra sempre di più un ammasso di palazzinari e speculatori

inceneritore_partinicoPalermo 19 settembre – Il Partito Democratico si dimostra sempre di più un ammasso formato da palazzinari e speculatori. L’Amministrazione Comunale di Partinico a guida Partito Democratico – dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista Palermo - approvando una delibera pubblicizzata come un altro passo per la “delocalizzazione” della distilleria Bertolino ha in un solo colpo trasformato un’area di proprietà della famiglia Bertolino nel territorio di Partinico, da agricola a industriale con un’operazione che ha dimostrato con ogni evidenza che l’obiettivo vero è la costruzione di un inceneritore che aggraverà l’inquinamento in città e ne abbasserà la qualità di vita dei suoi cittadini.
Rifondazione Comunista – continua Fumetta – è contraria e si opporrà con tutti i mezzi sia alla costruzione degli inceneritori voluti dal governo regionale del PD e dal governatore Crocetta, sia a qualsiasi speculazione edilizia a Partinico.
Lottiamo da decenni contro l’inquinamento della distilleria Bertolino ai danni della città di Partinico e non permetteremo che, nascosti dai falsi slogan di una finta delocalizzazione, si consenta la costruzione di un nuovo e peggiore eco-mostro nel nostro territorio. Siamo a fianco del gruppo della sinistra in Consiglio Comunale, Cambiamo Partinico, che – senza alcuna ambiguità – si è già frapposto a questo devastante progetto. Lanciamo un appello a tutte le forze sane e che tengono realmente a uno sviluppo armonico della città di Partinico, affinché si inizi un percorso che porti definitamente al tramonto del sindaco Lo Biundo, della sua cricca e di tutti gli affaristi del Partito Democratico.