Elezioni amministrative – Fumetta (RC) Eventuale accordo con PD indebolisce la candidatura di Orlando. Rifondazione Comunista lavora per coalizione di sinistra

palazzo-delle-aquilePalermo 5 gennaio – L’ambiguità del PD è imbarazzante, dopo quattro anni e mezzo di opposizione alle scelte dell’amministrazione comunale di Palermo, l’eventuale scelta di sostenere Leoluca Orlando alle prossime elezioni amministrative appare un tentativo tardivo di dare dignità politica ai suoi gruppi dirigenti, di riposizionare un partito che, in questi anni, ha dato prova di scarso senso di responsabilità e incapacità politica. Lo dichiara Vincenzo Fumetta, segretario provinciale di Rifondazione Comunista.
Le scelte politiche e amministrative della giunta di Palermo sono in assoluta divergenza con le scelte fatte, in giro per l’Italia, dalle amministrazioni guidate dal PD. Non è un caso che i dirigenti del PD hanno chiesto, centinaia di volte, le dimissioni del sindaco e dei suoi assessori; i consiglieri comunali hanno organizzato iniziative pubbliche e partecipato attivamente a ricorsi amministrativi contro scelte strategiche della giunta.
L’attuale amministrazione comunale guidata da Leoluca Orlando Palermo – continua Fumetta – si è caratterizzata tra le altre cose, per un risanamento del bilancio comunale senza tagli orizzontali, per un investimento cospicuo sul sistema scolastico pubblico comunale, per il mantenimento del carattere pubblico di tutte le aziende ex-muncipalizzate, per non aver creato nuovo disagio sociale grazie al mantenimento dei livelli occupazionali delle stesse aziende, per aver difeso e messo in pratica l’esito referendario sull’acqua pubblica, per il completamento di decine e decine di opere pubbliche senza nessun caso di illecito amministrativo o di corruzione, per scelte innovative e coraggiose in termini di mobilità sostenibile. Tutte cose queste che il Partito Democratico, nella sua interezza, ha sempre contrastato in quanto incompatibili con i propri programmi elettorali.
Al contrario proprio per le politiche attuate in questi anni e per la loro difesa anche nella prossima consiliatura, intorno alla candidatura di Leoluca Orlando si sta raccogliendo una coalizione di sinistra ampia e il PD non è ospite gradito nella coalizione che sostiene la continuità politica e l’innovazione in vista delle prossime elezioni amministrative, gli elettori non lo capirebbero e questo rischia di far perdere Leoluca Orlando.
Noi vogliamo mantenere in vita questa anomalia politica che rappresenta Palermo – conclude Fumetta – e non siamo interessati a una sua normalizzazione attraverso le politiche liberiste praticate in tante città a guida PD.