Repressione in salsa tedesca. Il compagno Emiliano Puleo arrestato in Germania

germaniaPartinico 09 luglio 2017 – Attualmente la polizia tedesca trattiene centinaia di persone tra cui decine di cittadini italiani, compreso il nostro compagno Emiliano Puleo, rei di avere partecipato ad una manifestazione di protesta contro coloro i quali affossano quotidianamente il mondo, scatenano le guerre nei continenti, annullano la volontà dei popoli, affamandoli e rapinandone le risorse. In questi giorni ad Amburgo, in occasione del G20, è avvenuta una vera e propria sospensione dei diritti: il nostro compagno Emiliano, insieme ad altri manifestanti, è stato fermato ed è trattenuto dalla polizia senza alcun motivo valido e senza alcuna prova di reato. Evidentemente la fallimentare gestione dell’ordine pubblico ha determinato la necessità di trovare un capro espiatorio; così si spiegano le centinaia di fermi, diffusi e indiscriminati, effettuati in questi giorni ai danni di tante persone, colpevoli soltanto di aver esercitato liberamente il proprio diritto a manifestare.
Certi dell’infondatezza delle accuse, stiamo facendo e continueremo a fare di tutto per riportare al più presto Emiliano a casa, anche mediante l’impegno dei dirigenti nazionali del Partito della Rifondazione Comunista, della nostra europarlamentare Eleonora Forenza e del deputato di Sinistra Italiana Erasmo Palazzotto, che sono in costante contatto  con l’ambasciata d’Italia a Berlino e il consolato generale ad Hannover  per accelerare i tempi del rilascio.
Liberi tutti! Si parte e si torna insieme!

Le compagne e i compagni del Partito della Rifondazione Comunista circolo “Peppino Impastato” Partinico (PA)